Dorado il Labrador delle Torri Gemelle

Omar Eduardo Rivera è un non-vedente il cui cane guida era Dorado, un labrador.
Rivera lavorava come tecnico informatico in un ufficio al 71°piano di una delle Torri Gemelle.
L’11 settembre 2001, il giorno dell’attacco terroristico che provocò il crollo delle torri, Rivera e Dorado erano lì.
Nel momento in cui l’aereo dirottato si schiantò contro la torre, Rivera realizzò che non avrebbe avuto il tempo sufficiente ad evacuare l’edificio già pieno di fumo e fiamme, ma doveva dare a Dorado la possibilità di scappare: così gli slegò il guinzaglio, lo accarezzò sulla testa e gli ordinò di scendere le scale.
Il cane fù spinto dalla calca di persone in preda al panico verso l’uscita e perse di vista il padrone, già rassegnato alla fine.
Dopo pochi minuti, però, Rivera sentì qualcosa urtargli la gamba: era Dorado, che aveva deciso di risalire la torre in fiamme e tornare da lui. Il cane e un collega del non-vedente aiutarono quest’ultimo a scendere le scale pericolanti; pochi istanti dopo che furono messi in sicurezza, la torre crollò.